Select language

Una volta acquistato un immobile, ci sono step importanti da seguire prima di iniziare a godersi appieno il nuovo spazio abitativo. Tra questi c'è l'attivazione di nuove utenze per l'energia elettrica, il gas, il telefono o internet. A tal proposito, spesso si sente parlare di subentro luce (o gas), ma di cosa si tratta, come funziona e richiede? In questo articolo scopriremo tutto a riguardo, in modo da poter sciogliere ogni tuo dubbio in merito.

Come richiedere il subentro luce?

Quando acquisti una nuova casa, l'energia elettrica potrebbe essere stata disattivata dal vecchio proprietario (a cui era intestata l'utenza). Il subentro luce è la procedura tramite la quale potrai richiedere la riattivazione del contatore ed usufruire correttamente del servizio.

Una volta che hai constatato che l'energia elettrica non è attiva, dovrai sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura. Per farlo sarà necessario semplicemente contattare una delle compagnie presenti sul mercato, a propria scelta. Quando tutta la parte burocratica sarà terminata, in pochi giorni il contatore sarà riattivato e potrai usufruire del servizio luce. Puoi approfondire questo argomento visitando la guida su come effettuare il subentro luce. Troverai ogni dettaglio su tutto l'iter da seguire e i costi dell'operazione, in modo da svolgere il tutto con facilità.

Vediamo insieme di seguito quali sono i documenti necessari per richiedere questa procedura.

I documenti necessari per fare un subentro luce

Per ogni richiesta di subentro luce ad un fornitore di tua scelta, dovrai munirti di:

     Dati dell'intestatario. Si parla dei soliti documenti anagrafici come codice fiscale, carta d'identità, telefono, email ecc. ecc.

     Indirizzo di casa

     Codice POD (punto di prelievo dell'elettricità). Codice alfanumerico che viene utilizzato per identificare l'utenza elettrica

     Codice IBAN per i pagamenti diretti sul conto corrente

     Potenza impegnata in kWh

Le utenze luce e gas per il proprio immobile

L'acquisto di un immobile è un grande passo nella propria vita, una scelta importante a cui segue quella per il fornitore di luce e gas a cui affidarsi. Ponderare attentamente ogni decisione è la miglior cosa da fare, questo perché ogni dettaglio potrebbe essere decisivo per ottimizzare le risorse a disposizione, migliorare l'efficienza energetica e soprattutto risparmiare.

Il mercato è sempre più ampio e in continua evoluzione, c'è molta concorrenza e questo si traduce in maggiore possibilità di scelta. Infatti ognuno è libero di accordarsi con il fornitore che più preferisce e che risponde meglio ad ogni propria esigenza. Se hai acquistato una nuova casa e stai cercando maggiori informazioni in merito, puoi visitare il sito dedicato alle migliori offerte luce e gas per la tua abitazione. Troverai i prezzi e le proposte attualmente disponibili e ogni dettaglio sull'attivazione.

La scelta dell'immobile in tutta tranquillità

Abbiamo visto come è possibile richiedere la procedura di subentro luce e attivare le proprie utenze, per usufruire di ogni servizio per la casa. È stato sottolineato come la scelta dell'immobile e dei fornitori di energia elettrica e gas sia fondamentale. Infatti questo è l'unico modo per valorizzare appieno i propri investimenti sul mercato e risparmiare scegliendo le giuste offerte.

La nostra agenzia ha più di 45 anni di esperienza e ti aiuta non solo nella scelta della casa ma anche nella vendita della stesa. Nel dettaglio ci occupiamo di:

     Consulenze per valorizzare, cedere, acquistare proprietà immobiliari

     Consulenze per progettazioni e riqualificazioni in varie aree

     Investimenti diretti in ristrutturazioni ed edificazioni

     Compravendita degli immobili

Questo è possibile grazie ad uno staff competente e professionale ed a diverse collaborazioni con partner qualificati e prestigiosi. Molto importanti, soprattutto per le ristrutturazioni e altri tipi di lavori per la casa, sono le diverse agevolazioni e bonus che di volta in volta vengono messi a disposizione dallo Stato. Per scoprire di più, ti invitiamo a visitare il sito ufficiale del Governo Italiano a questa pagina.

I nuovi modi di viaggiare, di visitare paesi stranieri e di godere di soggiorni brevi in località sempre diverse a costi contenuti ha fatto nascere l’esigenza di nuove modalità di soggiorni temporanei turistici in varie città italiane.

Questo fenomeno, a volte anche collegato alla crisi economica che ha colpito in questi anni il settore immobiliare, e soprattutto grazie alla diffusione di internet anche sui dispositivi mobili ha dato vita alla nascita dei cosiddetti affitti brevi turistici della durata di una settimana o anche di un solo week end.

In questo caso troviamo sostanziali vantaggi sia per il proprietario che per il locatore: il primo trova un alloggio comodo a prezzi inferiori di quelli offerti dagli hotel, mentre il secondo può sfruttare meglio l'immobile mettendolo a reddito per periodi brevi, senza spogliarsi totalmente del possesso e senza alcun contratto da registrare se la locazione dura a 30 giorni, potendo usufruire dell'agevolazione fiscale della cedolare secca.

L’osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’agenzia delle entrate segnala un ulteriore balzo in avanti delle compravendite immobiliari: +17,4% per il residenziale.

L’osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’agenzia delle entrate segnala un ulteriore balzo in avanti delle compravendite immobiliari: +17,4% per il residenziale.

Ancora ottime notizie per il mercato delle compravendite di edilizia residenziale che nel terzo trimestre registra un incremento del 17,4%, in linea con la crescita generale del comparto del 17,8%. Ottimi i risultati nel periodo luglio-settembre anche per il terziario, che raggiunge quota +31,1%, oltre il doppio rispetto al trimestre precedente, il commerciale, che passa da un +12,9% a un +23,3%, e il produttivo guadagna un buon 24,5%.
Questi dati sono stati diffusi dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’agenzia delle entrate.

In crescita il mercato delle abitazioni

Nel terzo trimestre 2016, il mercato delle abitazioni continua a crescere in tutte le aree del Paese, grazie soprattutto al permanere dei tassi di interesse sui mutui particolarmente bassi e al contesto economico nel suo complesso, anche se la crescita è generalmente rallentata rispetto al trimestre precedente. Ancora una volta è il Nord che fa da traino, con un incremento pari al 22,3%, mentre il Centro e il Sud si assestano rispettivamente a +15,2% e +10%. Inoltre, in questo trimestre la crescita è stata superiore nei Comuni non capoluogo (+17,9%) rispetto ai capoluoghi (+16,4%).

Il settore non residenziale

anche i settori non residenziali confermano la tendenza chiaramente positiva di questo 2016, con un incremento delle compravendite di oltre il 25% rispetto allo stesso trimestre del 2015. In termini percentuali la tendenza al rialzo più significativa interessa il settore terziario, che supera il 30% di crescita, ma anche gli altri settori crescono con percentuali superiori al 20 (particolarmente significativo soprattutto il +23,3% registrato dal settore commerciale, in considerazione di un volume di compravendite quasi triplo rispetto agli altri due).

Articolo visto su Idealista (www.idealista.it)

Canale youtube dell’agenzia delle entrate: https://www.youtube.com/channel/UCNKA-BaNFACyhAogtPOCrSg